Contrasto alla Legionella Pneumophila in sistemi d’acqua

LA LEGIONELLA

La Legionella Pneumophila si può trovare in sistemi a ricircolo di acqua calda e fredda, di ospedali, alberghi e simili, uffici, fabbriche, ecc. La Legionella, di dimensioni tra 3 e 5 micron, altamente pericolosa per anziani e individui defedati, si trasmette per inalazione di gocce d’acqua che possono trasportare sufficienti organismi contaminanti.

Le zone a rischio sono principalmente docce, rubinetti areati, torri di raffreddamento per la refrigerazione e il condizionamento dell’aria, ecc.

IL CALCARE

Il calcare rappresenta un grave problema nei sistemi di distribuzione di acqua calda e fredda. Le tubazioni, i rubinetti che gocciolano, possono avere depositi di calcare, all’interno e intorno all’uscita, che intrappolano la legionella e il biofilm. Poco penetrabile dai disinfettanti chimici, il biofilm e i depositi di calcare, colonizzati dalla Legionella possono contaminare nuovamente un sistema, anche dopo la disinfezione.

CONTROLLO NO-CHEMICALS

In tutti i sistemi di processo, freddo o caldo è necessario attuare il controllo continuo della deposizione di calcare e attivare un metodo di trattamento dell’acqua che impedisca la crescita di biofilm e batteri, LP compresa.

Il trattamento elettronico del calcio nell’acqua inibisce la formazione di calcare in tutta la rete di distribuzione idrica, calda o fredda, che si vuole proteggere, perché trasforma il sale di calcio in particolato sospeso che non aderisce alle superfici.

TRATTAMENTO ELETTRONICO DELL’ACQUA

Opportuni dispositivi applicati nei punti strategici del sistema idrico, senza lavori idraulici e senza necessità di manutenzione, impediranno la formazione di nuove incrostazioni nelle tubazioni e sulle superfici di scambio termico, e rimuoveranno gradualmente i depositi di calcare esistenti.

Questa soluzione ecologica, solo fisica e senza aggiunta di alcun prodotto chimico, produrrà numerosi vantaggi:

  • I depositi di calcare e il biofilm sono eliminati riducendo fortemente le possibilità di colonizzazione della legionella.
  • L’utilizzo di energia è notevolmente ridotto a causa delle aree di scambio termico senza depositi di calcare.
  • Il tempo di inattività degli impianti e il costo del lavoro dovuti ai tradizionali processi di decalcificazione sono eliminati.
  • La distribuzione dell’acqua migliora per la rimozione del calcare che riduce il diametro del tubo.