Trattamento UV dell’Acqua della Piscina

L’acqua delle piscine deve essere sottoposta a trattamenti, per rimanere pulita e chiara, priva di sostanze nocive, batteri, virus, alghe e altri agenti patogeni.

La tecnologia UV è sempre più utilizzata nelle piscine e serve per ridurre l’impiego del cloro in vasca e decomporre il cloro combinato, agente tossico e nocivo, che si forma per combinazione con le sostanze organiche introdotte dai nuotatori. Gli UV a media pressione limitano il cloro combinato (clorammine) ben dentro il valore di 0,4 mg/l prescritto dalla legislazione corrente, attuando una vera bonifica ambientale che renderà la piscina più gradevole e sicura per i suoi frequentatori.
Il trattamento dell’acqua con gli UV riduce automaticamente l’uso delle varie sostanze chimiche normalmente impiegate e si adatta a tutti i tipi di piscine, consentendo anche risparmi sensibili nella gestione economica dell’impianto natatorio.

Il trattamento UV può trattare e disinfettare acque potabili, acque di processo industriale e acque reflue, con il grande di vantaggio di salvaguardare l’ambiente dai danni provocati dall’uso di prodotti chimici.
Un reattore a Raggi Ultravioletti, nell’impiego in piscina, è posto tra i filtri e la vasca, per trattare tutta l’acqua che vi ritorna. In questo reattore la continua irradiazione degli ultravioletti, di opportune lunghezze d’onda, abbatte una moltitudine di microrganismi pericolosi per l’uomo, compresi quelli insensibili al cloro come Cryptosporidium e Giardia.
Ecolifeprojects, con esperienza ventennale nel settore, ha promosso e installato sistemi UV in numerose importanti piscine in tutta Italia, a partire dal primo impianto in assoluto del genere in Italia alla Piscina Pensile del CONI in Roma.